macmini mid2007 boot da USB

Ho ricevuto in regalo un macmini mid2007 che era destinato alla discarica. E mi sono messo al lavoro per sistemarlo e renderlo di nuovo utilizzabile.

Il processore è da 2GHZ, ha 2Gb di RAM e un disco da 160Gb.

Dato che il lettore DVD non funzionava, ho provato a installare da penna USB. Ma il mini si avvia soltanto da una USB con OSX, non da una Linux.

Dopo diversi tentativi ho scoperto che è il firmware 2.1 a impedire l’avvio. Con il vecchio firmware 1.1 invece funziona, ma il limite dell’1.1 è che vedrà al massimo 2Gb di RAM montati sulla scheda madre.

Leggi tutto “macmini mid2007 boot da USB”

xubuntu impostare wake-on-lan

Avevo bisogno che il mio vecchio macmini del 2010 usato come server headless uscisse dalla sospensione (sudo pm-suspend , installato con il pacchetto pm-utils) senza alzarmi dalla scrivania e andare a premere il pulsante di accensione.

Quando lo usavo con MacOS Sierra, l’uscita dalla sospensione all’arrivo di qualche richiesta di rete era automatico, ma ora con xubuntu non lo è.

Quindi ho cercato in rete i comandi per impostare la scheda di rete per il risveglio wake-on-lan all’arrivo di un magic packet.

Leggi tutto “xubuntu impostare wake-on-lan”

macmini: controllo software della ventola

Ho assemblato un macmini comprando varie parti su e-bay: case, scheda madre e alimentatore.

La scheda madre è di un macmini del 2010 ed era venduta senza i sensori per la temperatura degli hard-disk. Senza i sensori, purtroppo, la ventola gira sempre al massimo (5500 giri/min) ed è molto rumorosa. Questo problema si ha soltanto con i modelli di macmini unibody precedenti al mid-2011.

Ho usato il mini per un po’ di tempo con MacOS Sierra, che è la più recente versione installabile di un OS Apple, ma non è più supportato per gli aggiornamenti (siamo a Dicembre 2020). Per MacOS esiste l’utility Macs Fan Control che permette di regolare via software la velocità della ventola in funzione della temperatura del processore (non mi preoccupavo tanto della temperatura dell’hd, avendo montato un SSD).

Poi per caso ho scoperto che esiste un controllo software anche per Linux: il pacchetto si chiama mbpfan, e una volta installato con sudo apt install mbpfan, la velocità della ventola viene regolata via software.

Così ho potuto installare xubuntu 20.04 e ho potuto usare il macmini del 2010 con un sistema operativo più aggiornato, e supportato fino al 2025.

vedi anche: xubuntu impostare wake-on-lan, Linux su macmini 2010 e xubuntu abilitare desktop remoto

Stampate multifunzione HP LaserJet Pro M26nw su Linux Mint

Dal sito sviluppatori HP è possibile scaricare i driver Linux per la LaserJet MFP M26nw.

Funziona tutto molto bene, ma a differenza delle prime versioni che ho installato, la 3.18 (l’ultima disponibile al 13 Maggio 2018) non mi ha richiesto durante l’installazione guidata di installare i plugin proprietari HP, necessari per poter usare lo scanner quando la stampante è collegata in rete (come nel mio caso) invece che via USB.

Per ripristinare il riconoscimento dello scannere da parte del programma “simplescan” presente in Mint, bisogna, a fine installazione di hplip, lanciare il comando hp-plugin e seguire le istruzioni a video. Dopo di che sarà tutto a posto.

Mint 18.2 Sonya su MacBook Pro (Early 2008)

Ho installato Mint 18.2 (Sonya) su un MacBook Pro del 2008 senza particolari problemi.

A fine installazione vanno aggiunti i driver proprietari per la scheda senza fili. Si potrebbero anche aggiungere i driver per la scheda NVidia, ma rovinano lo splash screen al’avvio, quindi ho preferito mantenere i driver open source. Sto usando il MacBook da circa tre mesi per vedere video su Netflix, per un po’ di fotoritocco, per andare su Internet e per scrivere.

Funziona tutto, anche il tap con due dita sul trackpad per simulare il click con il tasto destro, e anche i tasti per il controllo della retroilluminazione della tastiera.
Non mi sono impegnato a cercare di far funzionare i sensori per la luminosità automatica della retroilluminazione perché per ora non ne ho mai avuto bisogno.

 

Ubuntu 12.04 LTS su iMacG4 700MHz

Installazione dei driver nv per Ubuntu 12.04 LTS su iMacG4 700MHz
(questa procedura ha funzionato soltanto con ubuntu 12.04, non con 14.04)
Aggiornamento al 13 Luglio 2014

  • Scaricare e masterizzare la ISO di “Ubuntu 12.04 alternate desktop” per powerpc
    La distribuzione ideale sarebbe Lubuntu alternate, ma ha una ISO da 702Mb, non entra su un CD da 700Mb e purtroppo l’iMac non legge i CD da 800Mb

Leggi tutto “Ubuntu 12.04 LTS su iMacG4 700MHz”

iMac G4 driver nv per Ubuntu 12.04

Installazione dei driver nv per Ubuntu 12.04 LTS su iMacG4 700MHz
(questa procedura ha funzionato soltanto con ubuntu 12.04, non con 14.04)
Aggiornamento al 13 Luglio 2014

  • Scaricare e masterizzare la ISO di “Ubuntu 12.04 alternate desktop” per powerpc
    La distribuzione ideale sarebbe Lubuntu alternate, ma ha una ISO da 702Mb, non entra su un CD da 700Mb e purtroppo l’iMac non legge i CD da 800Mb

Leggi tutto “iMac G4 driver nv per Ubuntu 12.04”

29 Dicembre 2007: Orchid day. Fedora8 sul PowerBook Pismo

Finalmente il 20 Dicembre ho vinto un’asta su eBay per aggiudicarmi un PowerBook Pismo, secondo me un dei più bei portatili mai prodotti.
Ha un processore G3 da 500MHz e fortunatamente il precedente proprietario lo ha potenziato con 1Gb di RAM (uscito dalla fabbrica ne aveva solo 128Mb) e un Hard Disk da 40 Gb (in origine solo 12Gb)
Il Pismo potrebbe montare OSX come sistema operativo, ma per essere il massimo del “Think Different” ci ho installato Linux. Ho provato le distribuzioni Ubuntu e YellowDog (YDL), ma alla fine ho preferito Fedora. Peccato perchè YellowDog gestiva alla perfezione la sospensione, mentre Fedora no. Ma in YDL era troppo complicato usare il collegamento wireless.
Inoltre grazie al migliore supporto FTP del file manager di Fedora8 questa voce del blog è stata aggiornata lavorando solo su Orchid.